Loading...

Cronistoria: formazione e attività lavorative

1906

Il Sig. Ignazio Mallewein di Klangfurt, allora direttore dello stabilimento De Paolini Matossi, lo impiega come disegnatore e litografo alle macchine da stampa. Zucchi comincia ad apprendere nello stabilimento la cromolitografia e le tecniche di stampa litografica. Sempre alla De Paolini Matossi viene trasferito dalle macchine da stampa allo studio dei disegnatori con a capo studio il francese Bourillon (marsigliese).
I colleghi dello studio: Lotterio, Carignau, Vandetti, Zucchi, Bourillon, Tortona, Ferrero, Pipino.

1908

Iniziato l’apprendistato da disegnatore litografo. Zucchi Abelardo intraprese un percorso di formazione professionale presso le Scuole serali municipali di disegno di Torino.
Al “Corso preparatorio di disegno” ottiene la menzione onorevole, nel Ramo artistico industriale.

1909-1914

Partecipazione al “Corso superiore di prospettiva, ornato e figura” – (Vinta borsa di lire 75)
Frequentazione della “Scuola serale di prospettiva, ornato e figura” – (Vinta borsa di studio di lire 50 delle Opere Pie di S.Paolo)
Frequentazione della “Scuola serale di arte decorativa industriale” – (Vinta borsa di studio di lire 125)
Formazione professionale presso l’Istituto d’arte decorativa di Torino – Insegnanti Giovanni Guarlotti e Bonfiglioli.
Compagni di corso: Dodi, Bonardi, Torello, Cotta, Zucchi, Accatino, Prof. Guarlotti, Prof. Bonfiglioli.
Frequentazione della “Scuola serale di arte decorativa industriale” – Sezione pittura (Vinta borsa di studio di lire 50)
Frequentazione della “Scuola di cromismo” (Vinta borsa di studio di lire 150)

1914 Assunzione alla Metalgraf di Torino Colleghi: Gamba, Mario Gros, Montanari, Pipino, Tortona, Accatino.

1915-1919

dic 2014 Convocazione al distretto militare di Torino per la visita medico-militare. Partenza da Torino per Pisa, Zucchi viene assegnato alla 22° Fanteria della Caserma Umberto I. con il tenente Malenchini.
Trasferimento e sistemazione a Livorno in qualità di disegnatore litografo e stampatore presso il Comando della 16° Divisione.
Compagni soldati livornesi e relativa mansione nella Compagnia: Amorosi – dattilografo, Goti – dattilografo, Salvini – ciclista, Cellai – postino di Fauglia, Beani – Ing. Dattilografo, Berra – ferroviere dattilografo.
1915 Dopo circa 5 mesi a Livorno il Comando si accinge alla partenza verso Bassano (VI), in concomitanza con la Dichiarazione di Guerra contro Austria, Ungheria e Germania.
Abbiamo testimonianza del paesaggio Bassanese grazie ai piccoli bozzetti, ritratti e paesaggi realizzati da Zucchi e che ritraggono i paesi di Marcorina, Aquileja, Belvedere di Grado, Flambruzzo, Caporetto.
Ricordiamo anche alcuni soldati compagni ritratti e menzionati da Zucchi tra cui Berra, Vandini, Favari, Simoni e del generale Carlo Sanna (1859 – 1928). gen 1919 Ritorno a Torino dalla Grande Guerra.

1920

Frequentazione della Scuola Gatti di Via Po a Torino
– Viaggi a Milano per realizzare alcuni lavori tra cui disegni litografici per ditta Brianza, Annoni e Secchi in Rione Ticinese
– Prime collaborazioni con l’Atelier Butteri
1921 Assunzione definitiva all’Atelier Butteri in Via Mantova 45 Torino con stipendio iniziale di 160 lire settimanali, fino ad arrivare a 350 lire settimanali nel 1928.

1923

Realizzazione manifesto 70×100 per Gioielleria Perez commissionato da Fernando Oliveira – Villa Enriqueta Balle de Urzaiz.
1924 Lavori per la ditta Gilardi di Lecco.

1921-1928

Collaborazione con l’Atelier Butteri – Via Mantova Torino
1924 Iscrizione e frequentazione Accademia Albertina di Torino
– Corsi serali di Nudo, Costume, Decorazione, Ornato, Figura, Prospettiva.
– Scuola di Arte Decorativa industriale
– Corso di Cromismo

Compagni di corso: Giovanni Guarlotti, Stefano Borelli, Emilio Vacchetti, Sandro Vacchetti, Cecilia Masutti, DeStefanis, Wigley, Michele Merlo, Felipe Velleur, Aymone, Pindor, Strocco.
Mario Gros lascia Butteri e diventa comproprietario della Gros Monti con De Santis
1928 Fallimento Atelier Butteri
Assunzione alla Pozzo-Gros Monti di Torino

1928-1941

Collaborazione con ditta Pozzo-Gros Monti divenuta nel 1941 “Gros Monti & C” aveva a capo 3 persone: Giacomo Monti, Mario Bosio e il professor Mario Gros, disegnatore e grafico.
Alcuni colleghi di lavoro: Mario Gros, Ernesto Molino e Caciotto e Torre, che in seguito formarono la Fotolito CTM, Carlo Fisanotti, Bianca Pellizzari, Alberto Bianchi, Carlo Nicco, Adalberto Campagnoli.

1932

La ditta “Gros Monti & C” viene traslocata in Via Millio col nuovo socio proprietario Rag. Bosio Luigi nel nuovo stabilimento che era di De Santis.
1938 Per Arti Grafiche Novascone – Via Cigna 5 Torino realizza:
Bozzetto per cipria Viset;
Bozzetto per astuccio per sapone da barba;
Bozzetto per fabbrica di biliardi ‘Le migliori sponde de Agostini’ con disegnato un biliardo;
Bozzetto per porta pipe: donna che fuma la sigaretta col bocchino e accende la pipa a un uomo.

1938

OPERA NAZIONALE DOPOLAVORO di Amos Maramotti, Torino Corso peschiera Manifesto Gara Nazionale di ginnastica artistica Nazionale. Vai alla scheda tecnica

1944 PARAVIA Pinerolo Via San Michele – 7 Tavole a mezza tinta per GUGLIELMO MASSAIA, libro di Elvira Gianazza collana ‘I grandi viaggi di esplorazione’
– Tavole per IL NAUFRAGIO DELLA HANSA di Alfredo Fabietti
– Tavole per IL FILO MAGICO di Maricilla Piovanelli

1939

Realizzazione di bozzetti per etichette, tra cui etichetta ‘Eletta Mareb’ per SABA (Stabilimenti Africani Bevande Affini) con allora a capo il presidente Cav. Derossi.
1942 Distruzione della Gros Monti & C. a seguito dei bombardamenti avvenuti su Torino.

1942-1943

Assunzione alla IGAP (Impresa Generale Affissioni Pubblicità), in Via D’Ara Coeli 13 a Roma.
Direttore artistico: Luigi Martinati.
1943 Per le Edizioni Pia Società San Paolo Roma
Bozzetti Anime di ferro e di fuoco
Bozzetti per Biancospino e Fanciullezza

1943-1944

Assunzione alla Fotolito CTM in Via di Nanni 10 a Torino.
Fotolito CTM è di proprietà di Caciotto, Torre e Molino.

1944-1957

Anni di collaborazione con la Fotolito CTM 1949 per MABITEM Confezioni di Empoli Via Chiarugi 31 a realizza cartoncino, etichetta e cartello per confezioni sartoria con dicitura the finest waterproof 1954 Per SAGAT Società Arti Grafiche e affini di Otirno di Baietto e C.
Bozzetto EATON
Bozzetto LIVIA

1956

Per IMPRONTA Stabilimento Grafico Via Oddino Morgari 23 a Torino esegue originali per litografia di due colori per calendario 1957-1979 Lavori per committenze private e personali: ritratti, paesaggi, acquerelli